1528105780 la fisioipertermia.jpg?w=1920&h=656&fit=crop&sat= 100&mask=https%3a%2f%2fwww.datocms assets.com%2f4895%2f1528204163 mask

Fisioipertermia

La metodica a vantaggio di operatori e pazienti

Che cos'è la Fisioipertermia?

La Fisioipertermia è la prima diatermia che utilizza due sorgenti di energia per applicare la giusta dose terapeutica misurandone gli effetti sul paziente.

Queste caratteristiche differenziano la Fisioipertermia dalle altre metodiche e permettono di effettuare trattamenti intensi, precisi, riproducibili e indipendenti dall'operatore.

 

In questo modo l'intervento terapeutico risulta più versatile, i tempi di recupero si velocizzano e il fisioterapista ne guadagna in termini di produttività e sicurezza.

Come nasce il termine Fisioipertermia

Il termine Fisioipertermia nasce dall'unione dei due termini chiave: “Fisioterapia” e “Ipertermia”.

La scelta di questa nuova terminologia permette di collocare nel campo fisioterapico la metodica ipertermia svincolandola dal suo utilizzo originario in ambito oncologico.

Logo

L'onda elettromagnetica e la combinazione diatermica caldo/freddo sono richiamate nella studio del logo Fisioipertermia 

Spiegazione scientifica

La Fisioipertermia è l’unica diatermia che, combinando l'effetto di raffreddamento superficiale della sorgente esogena con quello diatermico più tradizionale dell'onda elettromagnetica, permette un’azione focalizzata, profonda e controllata, attraverso la misura ed il controllo della temperatura, dell’intensità e della profondità di trattamento.

Effetti profondi della doppia sorgente di energia 

Il calore trasferito ai tessuti direttamente dall’esterno per conduzione e convezione (sorgente esogena) non ha capacità di penetrazione, quindi per andare in profondità è necessario ricorrere ad una sorgente endogena, cioè una forma di energia adatta a raggiungere l’interno dei tessuti per poi convertirsi in calore.

Criteri di fattibilità e di compatibilità con le normative europee insieme ai risultati di approfondite esperienze oncologiche, hanno indotto a scegliere l’onda elettromagnetica a 433.125 MHz.

Somma degli effetti di una sorgente esogena “raffreddante” (a) e una endogena riscaldante (b). Come si vede in (c), la sorgente esogena abbatte la temperatura in prossimità della superficie, dove ha un forte potere stabilizzante; quindi, a parità di temperatura superficiale, la sorgente endogena può esser fatta operare a potenza molto maggiore che in assenza di raffreddamento.

Così il calore viene portato più in profondità e la curva ipertermica risultante è molto più dolce e prevedibile di quanto si può ottenere con una sola sorgente.

 

Cosa cura

La Fisioipertermia è ormai diventata il trattamento elettivo per alcune patologie fisioterapiche importanti dell’apparato muscolo-tendineo e gioca comunque un ruolo fondamentale integrandosi con le altre metodiche nel più generale programma riabilitativo.

 

In particolare la Fisioipertermia viene applicata con successo nelle seguenti situazioni:

  • Riduzione della flogosi e della sintomatologia dolorosa da trauma

    Passata la fase acuta, la Fisioipertermia somministrata con cautela comincia a giovare in fase sub-acuta e risulta ottimale in fase sintetica e in fase di rimodellamento

  • Trattamento degenerazioni croniche

    La possibilità della Fisioipertermia di somministrare il calore in maniera controllata permette di eseguire trattamenti efficaci e ben dosati su un terreno particolarmente fragile e indifeso, con giovamento ampiamente documentato sulla sintomatologia dolorosa e quindi, sul recupero del movimento e dell’attività del soggetto.

  • Recupero dell’estensione del movimento

    L’associazione di Fisioipertermia e stiramento meccanico mirato, facilita lo scorrimento atraumatico delle fibre collagene interessate aumentando l’arco del movimento ad esempio nella rigidità articolare, con successiva diminuzione della sintomatologia dolorosa.

Scopri le potenzialità della Fisioipertermia

Approfondisci la conoscenza della metodica con i nostri video tutorial!
Iscriviti alla newsletter per ricevere video pratici, rimanere aggiornato sulle novità, le promozioni esclusive e le date del Fisioipertermia Tour

1530006145 img8617

Perché scegliere la Fisioipertermia

Il fisioterapista che sceglie di dotarsi di un’apparecchiatura per Fisioipertermia avrà una serie di benefici e ridurrà molti dei suoi problemi più comuni. Potrà aumentare la propria produttiva e incrementare l’efficacia dell’intervento terapeutico.

 

Valori distintivi

  • Versatilità
  • Indipendenza dall’operatore
  • Produttività
  • Sicurezza

 

  • Versatilità: le apparecchiature per Fisioipertermia sono in grado di trattare patologie differenti. Inoltre, grazie ai protocolli disponibili ed ai controlli interni, i trattamenti sono riproducibili anche se gestiti da operatori diversi e con margine di errore quasi a zero.

  • L'indipendenza dall’operatore permette al fisioterapista di avere più tempo a disposizione per trattare altri pazienti e/o svolgere altre mansioni. Le apparecchiature sono semplici da usare e facili da imparare.

  • Produttività: grazie all'utilizzo di questa metodica si riscontra un aumento della produttività grazie al risparmio di tempo che la Fisioipertermia permette. Una volta lanciato il programma la macchina per Fisioipertermia funziona autonomamente e il fisioterapista può trattare altri pazienti o svolgere altre mansioni.
    Aumentare il numero di pazienti si traduce in maggiore profitto che permetterà di recuperare l’investimento anche in meno di 6 mesi di lavoro.

  • Sicurezza: l'affidabilità ed i controlli interni delle apparecchiature per Fisioipertermia, insieme con la competenza dell’operatore, permettono di ridurre al minimo l’insuccesso terapeutico e azzerare il rischio di danni al paziente.
    Inoltre, i ridotti rischi di esposizione sono di vantaggio per il paziente e per l’operatore.

Benefici

  • Soddisfazione del paziente
  • Differenziazione terapeutica
  • Economia operativa

  • Soddisfazione del paziente : i tempi di recupero si accorciano, aumentando la soddisfazione dei pazienti e dunque la fidelizzazione. Il trattamento di Fisioipertermia è totalmente indolore e favorisce la compliance del paziente.

  • Differenziazione terapeutica : avere nel proprio studio o centro di riabilitazione un apparecchio di Fisioipertermia equivale a innalzare lo standard tecnologico e a differenziare l’offerta terapeutica.

  • Economia operativa : il fisioterapista non dovrà sostenere spese per materiali consumabili e potendo trattare più pazienti alla volta può ottimizzare il numero di collaboratori.
1530006076 whatsapp image 2018 04 23 at 11 21 53

I fisioterapisti che usano la Fisioipertermia

Numerosi professionisti si affidano da anni alla Fisioipertermia. Molti i vantaggi ed i benefici legati al suo utilizzo